Press "Enter" to skip to content

#SalgoaSanremo – Quarta puntata

3 ' di lettura

Dopo la prova di forza di ieri sera, eccoci freschi (no) e riposati (neanche) per seguire la quarta serata della kermesse del nostro cuore. Questa sera spazio alla finale dei giovani in apertura, poi sarà la volta di tutti e 26 i big. Possiamo darvi un solo consiglio: preparate il caffè.

#1 ore 21:20. Si comincia. Amadeus entra in scena con una giacca da fancy Aquaman invitato a Ciao 2020, Fiorello fa versi gutturali perché i capelli della parrucca alla Sabrina Salerno gli vanno in bocca (anche se sembra più Van Halen).

Poi tocca ai giovani. Shorty, Folcast, Gaudiano e Wrongonyou sono i finalisti. Alla fine vince il premio della critica Mia Martini Wrongonyou, mentre il premio Lucio Dalla va a Shorty. Prima di annunciare il vincitore, però, pubblicità. Ah, c’è anche un’altra brutta notizia: sembra che la puntata arriverà fino alle 2 e oltre.

#2 ore 21:30. Gaudiano vince Sanremo giovani 2021. Oscurato, tuttavia, dal presidente del Consiglio Comunale Alessandro Il Grande (davvero?).

#3 ore 21:44. Comincia la gara con Annalisa, poi Aiello. La prima viene completamente eclissata dal secondo solo perché nella prima serata è entrato nella Storia coi suoi urli disumani che questa sera si sono ripetuti. Piccola nota per il mantello di Aiello.

Poi purtroppo non succede altro perché c’è (ancora) la pubblicità.

#4 ore 21:55. Sanremo è tutto un saliscendi: l’energia dei Maneskin viene annullata da Fiorello che entra coi guanti da Topolino e comincia a mimare il muro come in Chiedimi se sono felice. In generale i discorsi di Fiorello sono tutti sconclusionatissimi. Fortunatamente entra Barbara Palombelli a portare un po’ di aplomb (leggasi noia) alla situazione.

#5 22:07. La situazione sta degenerando. Dopo la storia del palloncino a forma di pene, ora si parla di falli nel mondo animale. Non si sa se la cosa più imbarazzante è Fiorello Piero-Rocco-Angela-Siffredi che spiega le lunghezze, o Amadeus che ha una risata fintissima ma affabile, anche se sembra molto interessato.

#6 22:16. Dopo il siparietto – letteralmente – del cazzo, il cielo si apre e le nubi si diradano. Sul palco del Festival la vera regina di questi cinque giorni, colei che tutti amiamo e che alla fine dagli e dagli si sta facendo onore nel mare magnum musicale sanremese: Orietta Berti. Questa sera il suo look imita la Pausini, con lo scialle argentato ma sicuro dentro è misto lana. Anche lei è in crescita, la si vuole sul podio.

#7 22:21 Zlatan fa Zlatan, Zlatan di qua, Zlatan di là. Ok basta, tocca a Colapesce e Dimartino, che portano il brano più suonato nelle radio tra quelli in gara. E metti un po’ di musica leggera, che finora ci hanno propinato solo Tchaikovsky e Liszt. 

#8 22:34 Salvador Dalì travestito da Gazzè è decisamente più sciolto della prima serata e il pezzo inizia a funzionare nonostante la spigolosità. Poi arriva Willie Peyote e all’annuncio del direttore d’orchestra non posso fare a meno di pensare al fatto che vorrei avere le spalle forti per chiamarmi BESTONZO e andare in giro a testa alta.

E a proposito di Wanda Vision, non perdetevi la recensione di Giulia!

#9 22:45 Il travolgente carisma di Barbara Palombelli introduce la travolta Malika. Il pezzo sarebbe pure bello, se non fosse che non ci crede nemmeno lei. Ma vedremo poi a fine serata quanti sassi avrà raccolto nella bilancia.

#10 22:56 Arriva Achille Lauro accompagnato da Fiorello conciato come Ecce Homo, che non sta affatto male e la prestazione è anche buona ma poi rovina tutto e rimane sul palco a perdere tempo. Nel frattempo Morgan in diretta Instagram con alle spalle un maxischermo su cui viene trasmesso Sanremo intona, sulle note di “Rolls Royce” la sua personale versione: TOLSTOJ, TOLSTOJ.

#11 23:05 Finalmente una serata con un po’ di ritmo. Un cantante dopo l’altro, ed è il turno de La Rappresentante di Lista. Un brano senza peli sulla lingua e, questa sera, anche senza peli sotto le ascelle. Ma è impressione o stasera sono tutti un po’ più bravi?

#12 23.10 Madame sfoggia un vedo non vedo con sicurezza. Canta appassionata l’amore universale e tira fuori la cazzimma. Pubblicità. Quindi, tocca ad Arisa che fa il suo ingresso nella sala comune di Hogwarts vestita come Severus Piton.

https://twitter.com/stosottosopra1/status/1367970678931136514

#13 23.27 C’è una gag annunciata già ieri. Fiorello con la parrucca di Sabrina Salerno e Ama con i riccioli di Jo Squillo. Cantano “Siamo donne, oltre le gambe c’è di più” – ormai non sprechiamo più caratteri per spiegare che NON è IL PUNTO. Ridono, ridacchiano, ridono tra loro, ansimano dalle risate.

#14 23.35 I Coma Cose due stupendi ventenni innamorati: “Hai le fiamme negli occhi ed infatti se mi guardi mi bruci”. Quell’ultimo posto è indegno. Salgoalsud all’unanimità. Pubblicità. Fine pubblicità. C’è giò Mahmood vestito come Junior di Dragon Ball. Canta Ripide, Calypso e Soldi.

#15 23.50 Tocca a Fasma, dirige l’orchestra il maestro Enrico Pelozzi. Quindi, è il momento del monologo sulle donne di Barbara Palombelli: le donne tengono tranquille il Paese in questo momento. Racconta le donne italiane. No, niente. Racconta la sua.

#16 ore 00.10 Scoppiettante esibizione de Lo Stato Sociale. Sospendiamo qui il racconto della serata: mancano ancora diversi artisti in gara in una scaletta che – trapelata sui social – prevede la chiusura della puntata alle 2.39.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Mission News Theme by Compete Themes.