Press "Enter" to skip to content

La trovata di un quotidiano finlandese aumenta gli abbonati

3 ' di lettura

Il design aiuta a spiegare la qualità dell’informazione proposta, come il cambiamento climatico

Il Digital News Report 2021 del Reuters Institute for the Study of Journalism di quest’anno ha rivelato un’interessante curiosità sulla Finlandia. Il 20% dei 5,6 milioni di finlandesi è abbonato a un quotidiano. Di quel 20%, il 48% sceglie Helsingin Sanomat, il quotidiano finlandese di riferimento e l’unico quotidiano nazionale in abbonamento del paese. Il Reuters Institute ha anche scoperto che Helsingin Sanomat ha il terzo più alto tasso di fiducia (81%) tra i brand media di notizie nel paese, appena dietro l’emittente pubblica nazionale finlandese Yle News (85%) e i giornali locali in generale. Helsingin Sanomat ha sede nella capitale finlandese Helsinki ed è stata fondata nel 1889 con il nome di Päivälehti, quando l’odierna Finlandia faceva parte dell’Impero russo. Oggi è di proprietà della società madre Sanoma, che possiede anche altri quaranta brand media in Finlandia, tra cui Ilta-Sanomat, uno dei due maggiori quotidiani serali in Finlandia.

La trovata

Nel 2016, i redattori di Helsingin Sanomat si sono resi conto che il loro paywall (la barriera di accesso ai contenuti a pagamento di un sito) non funzionava come previsto. Dopo aver letto cinque articoli gratuitamente, i lettori avrebbero “colpito il paywall” e non si sarebbero abbonati per leggere di più. Per aggirare la criticità, il giornale ha iniziato a modificare il tipo di storie da proporre agli abbonati. Alcuni articoli, sarebbero rimasti oltre il paywall a tutti i costi, disponibili per abbonati o lettori registrati alla prova gratuita di due settimane. Invece di usare l’icona del lucchetto solitamente abbinata alla schermata di blocco inoltre, il giornale decide di scegliere un altro simbolo, un diamante. Interessante il modo in cui il direttore Kaius Niemi ha giustificato la scelta: “Abbiamo ritenuto che il lucchetto non segnalasse il valore aggiunto del giornalismo di qualità e del digital storytelling avanzato. Piuttosto, rischiava di creare una connotazione negativa chiudendo la porta di fronte a un potenziale abbonato. I diamanti mostrano invece il duro lavoro dietro le storie”. Non sottolineano quindi ciò che è precluso, ma la qualità di ciò che potrebbero ottenere in termini di qualità gli abbonati.

L’home page del 1 novembre 2021 del giornale Helsingin Sanomat

Non subito vincente

Gli articoli preziosi però, non hanno avuto l’effetto sperato immediatamente, ovvero l’aumento degli abbonati. Così, lo stesso Niemi con alcuni collaboratori stretti ha iniziato a selezionare i pezzi diamante, cambiando genere. Non esiste una ricetta univoca per cogliere l’interesse dei lettori, ma si fa sempre in tempo a modificare la strategia. Così, la testata oggi segnala i pezzi diamante in modo subito visibile e i contenuti che finiscono oltre il muro sono soprattutto notizie di cultura e lifestyle. Curioso come, in Italia, lo stesso tipo di contenuti è proposto sui maggiori quotidiani per attrarre traffico al fine di rendere più appetibile la piattaforma agli occhi degli inserzionisti.

Le storie Diamante

Ultimamente si è trattato di temi come la salute mentale, l’esperienza di una donna che viveva in povertà e suggerimenti per abbandonare una dieta ricca di carne. Oggi Helsingin Sanomat ha più di 400.000 abbonati, una base che cresce ogni anno dal 2017. Di questi 400.000 abbonati, circa 140.000 sono solo digitali e 150.000 sono abbonamenti cartacei e digitali. Nei primi sei mesi del 2021 gli abbonamenti sono aumentati del 3%. L’aumento delle entrate derivanti dagli abbonamenti ha aiutato il quotidiano ad avviare un business verticale per giovani professionisti, ad assumere un giornalista per occuparsi dei problemi degli studenti e dei temi di ricerca presso l’Università di Helsinki e a creare un desk “ambiente” per coprire le notizie sulla crisi climatica.

Come appare il paywall

L’altra trovata: Climate Crisis Font

Lo scorso marzo, Helsingin Sanomat si è aggiudicato un premio di design sperimentale per il concorso annuale Best of Digital News Design della Society for News Design. Il progetto premiato è stato il font dedicato alla crisi climatica del giornale: il carattere OpenType varia il suo spessore riducendosi sempre di più, come il volume dei ghiacciai che stanno scomparendo a causa del cambiamento climatico. Un modo per aiutare i lettori ad avere un riscontro visivo dell’urgenza che si sta verificando. Il peso del carattere risponde ai dati del ghiaccio marino artico del NSIDC (National Snow and Ice Data Center) dal 1979 al 2019 e alla previsione dell’IPCC fino al 2050, mostrando come il ghiaccio dovrebbe ridursi a causa del cambiamento climatico sulla base delle previsioni attuali. Più il ghiaccio si restringe, più difficile da leggere diventa il carattere. Chiunque può usarlo e HS lo impiega persino come logo sul proprio sito web.

La Finlandia del resto è il Paese europeo la cui premier si chiama Sanna Marin e ha 34 anni. Di progresso, sembrano saperne qualcosa. Tuttavia, non è tutto oro (o diamante) quello che luccica: al netto del progresso che contraddistingue la Finlandia in molti ambiti, la nazione è alle prese anche con questioni non di poco conto nel mondo del lavoro. Per esempio, la difficoltà di apprendimento di una lingua ostica come il finlandese, sta impedendo l’ingresso di molti lavoratori stranieri che andrebbero a occupare ruoli nell’impresa tech. La Finlandia è leader mondiale nell’ambito: è qui che è nata un’impresa come Nokia.

Sofia D’Arrigo

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Mission News Theme by Compete Themes.