Press "Enter" to skip to content

#SalgoaSanremo – La finale

5 ' di lettura

Ci siamo. Tra protocolli, pubblico assente e tempi lunghissimi, siamo arrivati alla serata conclusiva del Festival di Sanremo. Non solo la gara e i verdetti con i premi decretati da televoto, sala stampa e giuria demoscopica, ma anche una carrellata di ospiti che dovrebbero concludere degnamente un’edizione difficile. Dopo la quarta serata in classifica è primo Ermal Meta, davanti a Willie Peyote e Arisa. Ma nessun verdetto appare scontato: una volta esibiti tutti i cantanti infatti, si decreterà la classifica finale ma non il vincitore né il podio. Per i primi tre si azzero tutto e ricomincia una nuova gara da zero. Andiamo, sarà intenso!

#1 ore 21:00. Si comincia. Probabilmente Amadeus ha capito che non può tirare avanti fino al mattino tutte le sere e nel giro di due minuti hanno cantanti Ghemon e Gaia (o forse anche Amadeus è stanco e non ne può più). Nota buffa: il direttore d’orchestra di Gaia si chiama Orange.

#2 ore 21:10. “Canta” Irama. Ormai abbiamo visto più volte questo video che le nostre serie tv preferite. Tra l’altro carino che la sua voce sembri quella di Ultron.

#3 ore 21:30. Entra Fiorello (indossando un giubbotto di pelle rosso che sembra quello di Brad Pitt in Fight Club). Canta un medley con le canzoni più famose di Little Tony. Proprio Little Tony diceva che si piange solo per amore, quindi per questa volta Fiorello può considerarsi fortunato.

#4 ore 21:41. La serata procede in tranquillità. Dopo Ermal Meta tocca a Fulminacci, non prima del solito siparietto di Fiorello.

#5 ore 21:50. Entra Ibrahimovic a passo di danza. La prima serata era una statua, la seconda non c’era, la terza è arrivato sulla moto come nel Ciclone e stasera ride e presenta. Diciamo che ormai si è ambientato, forse quest’altranno sostituirà Fiorello. Poi tocca a Renga.

#6 ore 22:05. Tocca agli Extraliscio e Davide Toffolo. Mirco Mariani è scatenato come sempre, Moreno il Biondo è sempre più biondo e la tinta di Ferrara è sempre più nera. Amadeus si diverte come un bambino. Momento Serena Rossi: promo di qualcosa che prossimamente avverrà in RAI. Woow.

#7 ore 22.21 Mi sono distratta, scusate. Stavo ballando Musica Leggerissima. Colapesce e Dimartino in gran forma si esibiscono in compagnia della pattinatrice che balla intorno a loro in un freschissimo momento sospeso dal tempo. Bravissimi artisti, si portano a casa un grande risultato di pubblico e speriamo qualcosa in più (terzo posto?). Poi tocca a Malika Ayane.

#8 ore 22.37 Tocca a Francesca Michielin e Fedez. La sintonia fra i due esplode quando si prendono per mano e l’esibizione si conclude con un abbraccio liberatorio. I due sono visibilmente emozionati, commentano persino: “è stato importante per noi”. Genuini, via. Commento corollario di Amadeus che si accoda e annuncia – udite, udite – una signora della musica italiana ancora in vetta alle classifiche: Ornella Vanoni! Ella, senatrice a vita della musica, prima di ogni cosa canta, o meglio, le canta o Fiorello: “Senti ma la tua passione è cantare?” – chiede a Ciuri. “Sì, non dovrei?” – la paura nei suoi occhi. “Eh no, ci sono già i cantanti in gara, pure tu?”

#9 ore 23.00 Ancora Ornella time. Stavolta c’è anche Francesco Gabbani che l’accompagna al piano nella sua Un sorriso dentro al pianto, emozionantissima canzone di una Vanoni che merita ogni applauso, virtuale e non. Ci scappa il bacetto con Ama: “Siamo tutti tamponati”. Momento applauso ai tecnici che portano via il piano in diretta e poi entra Willie Peyote, con il codice 12, giusto per ricordarci quanto ci vuole ancora per arrivare a 26.

#10 ore 23.14 C’è stato un monologo di Zlatan Ibrahimovic: “Il fallimento non è il contrario del successo, il fallimento è una parte del successo – se sbaglia Zlatan, potete sbagliare anche voi – questo non è il mio Festival, non è il Festival di Amadeus, è il vostro Festival, di tutta l’Italia”.

#11 ore 23.19 Tecla Insolia si manifesta sul palco. Chi è Tecla Insolia? Non importa, quello che conta è che ha appena presentato Orietta Berti, tredicesimo cantante in gara.

#12 ore 23.31 Arriva Arisa conciata come il cartoccio del fritto che ti vendono in street food. “Potevi fare di più”, arrivati alla fine del Festival, è chiaramente un brano di autodenuncia. Ma subito dopo uno dei momenti topici di tutta la kermesse. Sale Giovanna Botteri sul palco e quasi non la riconosco, tutta in ghingheri. Ci voleva un po’ di brio, un po’ di ricordo dei primi giorni del coronavirus. Morte, distruzione, il presidente Xi che dice “Siamo in guerra”. E buona serata anche a voi!

#13 ore 23.44 Dopo il momento-corona, tocca al Bugo di Siena, avvoltolato un cappotto dichiarato illegale in 128 paesi. Gasatissimo dal 3-1 sulla Lazio, sembra addirittura vivo. Ma subito dopo è il turno dei Naziskin in una raffinata citazione dei Bulgari che sono sicuro verrà poco compresa.

#14 ore 00.02 Arriva Achille Lauro a perdere un altro po’ di sangue sul palco, stavolta dal petto con delle rose che gli bucano il cuore mentre le voci fuori campo lo criticano. Subito dopo Madame che, ricordiamolo, HA SOLO 18 ANNI, vestita da sposa come Achille ieri e non so più che giorno è, chi sono io e quando tornerò ad avere una vita normale.

#15 ore 00.20 Annunciati da un Alberto Tomba che schiva l’italiano come schivava i paletti in discesa, arriva La Rappresentante di Lista con l’ennesimo abito bianco con strascico. Dario, non fare finta di niente e sposala che te lo sta chiedendo. Questa canzone è quella che più di tutte è “esplosa” dopo il primo ascolto. Veronica ha una voce stupenda e non ha mai sbagliato una nota, è un peccato che siano così indietro in classifica.

#16 00.32 Ragazzi, vi racconto un piccolo aneddoto. Qualche anno fa Umberto Tozzi venne a cantare alla festa patronale del mio paese, solo che per la strada si fermarono in un paesino vicino dove lo riempirono di bottiglie di vino. Lui ne aprì diverse ed arrivò sul palco fracico e biascicante come Grignani in quel famoso capodanno. Per me è questo Tozzi, altro che Flashdance e La Casa di Carta.

#17 01.00 Dopo più di 40 minuti dall’ultimo cantante in gara, si riprende. Annalisa sul palco inscena il mistero di come una canzone del genere possa essere in alto in classifica ed avere un gradimento così elevato. Misteri dei talent. Se Annalisa è lo zenit, i Coma_Cose sono il Nadir. Incredibile, infatti, come una canzone così simpatica e ben fatta si trovi così in basso tra le 26.

#18 – 01.11 Achille Lauro presenta Lo Stato Sociale e in due minuti si dimostra più sciolto davanti alle telecamere di decine di presentatori, coconduttori e modelli vari. Che sia da tenere in considerazione per le prossime edizioni? Dal canto suo il gruppo bolognese fa meno casino del solito, lasciando spazio al pezzo che in fondo non è certo male. Subito dopo Random con addosso un abito di Pollock in persona, che per un attimo distrae dalla canzone e dalla esse blesa del ragazzo. Quanti disastri in un ragazzo solo.

#19 01.25 Gazzè Clark Kent ci regala il primo vero momento rock’n’roll di questa edizione. Si butta giù dal palco, si lancia tra le poltrone vuote, apre la camicia diventando Superman, poi si impadronisce della bacchetta del direttore d’orchestra. Un macello di punti al Fantasanremo, beato chi ce l’ha. Subito dopo arriva un’elegantissima Noemi. In momenti come questi mi viene da dire “menomale che i locali sono chiusi”, altrimenti ci sarebbero toccate centoventi cover di questa canzone. Il Covid ha fatto anche cose buone. I prossimi due sono Fasma e Aiello, e – citando Ghemon – sono convinto che questo sia il momento perfetto per me per andare a lavarmi i denti.

#20 02.03 I primi tre classificati nella classifica parziale sono Ermal Meta, Francesca Michielin e Fedez e i Maneskin. Mentre il Codacons prepara l’offensiva contro Fedez, si riapre il televoto, che conterà il 34% nel decretare il vincitore della 71esima edizione del Festival. Il restante 66% è equamente diviso tra la sala stampa e la giuria di qualità.

#21 02.32 A dispetto delle classifiche delle prime giornate e a dispetto anche del televoto, la classifica finale relega al terzo posto Ermal Meta, secondi Francesca Michielin e Fedez e designa come vincitori i Maneskin!

A domani per il riassunto finale, buonanotte!

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Mission News Theme by Compete Themes.