Press "Enter" to skip to content

Pardulas: le regine dei dolci sardi

1 ' di lettura

di Valentina Brioccia

Prepararle è semplice, non richiede grandi elaborazioni, ma rito vuole che facciano da titoli di coda nei pranzi e cene pasquali. Sono le pardulas, dolce simbolo della Sardegna.

Pasqua non è poi così lontana e il tempo che, oggigiorno, trascorriamo in casa è abbastanza per potersi cimentare nella preparazione di questo dolce “povero”, ma che non deluderà neanche i palati più fini. Prima di iniziare munitevi di grembiule. Vi assicuro che sarà utile!

Cosa serve per preparare le pardulas

Ingredienti per il ripieno:

500 gr ricotta vaccina o ovina

2 tuorli

90 gr zucchero

30 gr farina 00

30 gr semola rimacinata

1 bustina di zafferano

1 limone grattugiato

1 arancia grattugiata 

Per la sfoglia:

125 gr farina 00

125 gr semola rimacinata 

30 gr strutto

Acqua q.b

Pizzico di sale

La ricetta passo per passo

Si parte dalla ricotta che dovrà risultare asciutta, per questo se quella a vostra disposizione fosse molto umida dovrete metterla a scolare in uno scolapasta o avvolta in un canovaccio per togliere il siero in eccesso. 

Quando la ricotta sarà pronta, aggiungere i restanti ingredienti previsti per la formazione del ripieno, amalgamare il tutto con una forchetta e lasciare riposare.

Nel frattempo, si passa alla preparazione della pasta. In un recipiente lavorare gli ingredienti secchi con lo strutto per un paio di minuti e pian piano aggiungere l’acqua finché non si creerà un composto omogeneo. 

Adesso avete due alternative per la stesura della sfoglia: l’olio di gomito o la strada più semplice. Per chi non dovesse avere la macchina per pasta, dovrà munirsi di mattarello e tanta buona volontà.

In un modo o nell’altro, dopo averla stesa, ricavate con un coppapasta dei dischetti di 8 cm spessi 3mm e ponetevi al centro le palline di ricotta di circa 35/40 gr (grandi come una noce).

Risultato prima della cottura

Pizzicare i bordi della sfoglia in quattro o sei punti, a vostro piacimento, non c’è una regola precisa, per formare la classica forma della pardula e spennellate con il tuorlo di un uovo per far sì che si colorino maggiormente in cottura.

Infornare nel forno ventilato, già caldo, a 150° aumentando fino a 165°/170° per circa 40 minuti (ascoltate sempre il vostro forno, mi raccomando!).

Una volta pronte, lasciarle raffreddare e spolverizzarle con lo zucchero a velo per un’ulteriore decorazione.  Ora potete servirle, ma affrettatevi a mangiarle anche voi, cuochi. Non ne rimarranno molte!

pardulas dolci sardi
Pardulas appena sfornate

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Mission News Theme by Compete Themes.