Press "Enter" to skip to content

Parma, mia rinascita

1 ' di lettura

Valentina Brioccia

Cosa ci trovi in questa città?

Mi domandano spesso questo, dal sud, con un pizzico di giudizio e malizia, mi guardano con sospetto come se avessi tradito chi per anni mi ha cullata, tra le spiagge cristalline e l’asprezza di quei monti selvaggi, con mirto e ginepro.
Non apprezzi ciò che hai, le cose semplici: le passeggiate al mare, il calore della tavola imbandita e il ritrovarsi con amici e famiglia quando ne hai l’esigenza.
Ma chi ha mai detto che a me vadano bene le cose semplici? Chi ha detto che quell’esigenza non possa trasformarsi in forza o che io sia nata per accontentarmi?
La città padana è nebbia, neve, corse contro il tempo. Sì.
Questo però, è solo quello che vedono gli occhi di chi non intravede orizzonti, ma solo frontiere e confini.
Parma, ti permette di apprezzare quello che per voi è semplice, come i colori di un tramonto domenicale, più unici che rari, necessari a volte, un po’ come l’abbraccio di una mamma lontana quando intorno a te non c’è raziocinio che tenga.
Ma, la cosa più grande che ho (ri)trovato qui è me stessa.
Non sei la mia città, sei la mia rinascita!

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Mission News Theme by Compete Themes.